Portavoce alla Camera dei Deputati

Walter De Benedetto: assolto

Oggi il tribunale di Arezzo ha assolto Walter De Benedetto perché il fatto non sussiste, ma è evidente che una legge che ha portato sul banco degli imputati un paziente, lasciando liberi i narcotrafficanti è una legge che non funziona!L’assoluzione di Walter De Benedetto dall’accusa di spaccio per aver coltivato la cannabis, che il servizio sanitario non era riuscito a fornirgli, pone il problema della insufficiente produzione italiana di una sostanza così utile, e del principio del diritto alla auto-coltivazione ribadito dalla giurisprudenza ma ancora non accolto nelle norme di legge. Come per ogni battaglia civile occorre partire da questa assoluzione per ribadire la necessità della ammissibilità della auto-coltivazione almeno per fini terapeutici e la fine di una inutile persecuzione cui sono sottoposte le piantine di cannabis inseguite come se fossero denaro sporco quando sono solo una medicina naturale.Adesso serve una nuova legge per tutelare i pazienti e tutti i consumatori di cannabis e non è più il momento di indugiare.

Riepilogo
Non ci sono prodotti nel carrello!
Continua a navigare sul blog