Portavoce alla Camera dei Deputati

Una strage da fermare al più presto arrestando i latitanti

Agosto sembra davvero il mese delle uccisioni.
È appena passato luglio, nei cui ultimi giorni abbiamo ricordato l’omicidio del commissario Beppe Montana, capo della catturandi di Palermo ucciso per ritorsione, a seguito degli arresti che aveva compiuto.
Il 5 Agosto, abbiamo ricordato l’omicidio dell’agente Nino Agostino e della moglie Ina Castelluccio, e ieri invece abbiamo commemorato il procuratore capo di Palermo Gaetano Costa (ucciso a colpi di pistola la sera del 6 agosto 1980, nel centro di Palermo, mentre da solo – la scorta gli sarebbe stata assegnata il giorno seguente – si era fermato presso un’edicola a sfogliare un giornale), ma anche il vicequestore Ninni Cassarà, il commissario atteso e ucciso davanti casa sua, con uno spiegamento di forze degno di un film poliziesco ed un commando appostato nei palazzi di fronte: i colpi di kalashnikov colpirono a morte Cassarà e il suo agente di scorta Roberto Antiochia; si salvarono da questa carneficina soltanto gli agenti Giovanni Salvatore Lercara e Natale Mondo, che verrà ucciso qualche anno dopo.
Quella della metà degli anni Ottanta fu definita “mafia libanese”, una mafia che si ispirava a Beirut, città all’epoca attraversata da squadroni della morte in guerra tra di loro, che uccidevano chi volevano.
Sospinti dall’enorme mole di denaro proveniente dai traffici della droga, la mafia assaporava il potere di ergersi a giustiziere di chiunque le sbarrasse il campo, giudice o poliziotto non aveva importanza.
Soltanto l’applicazione del 41bis e la legge sulla confisca dei patrimoni, che ha colpito i clan nel loro punto più vulnerabile, ha potuto contenere questo dilagare spaventoso di violenza.
È un nostro dovere ricordare questi servitori dello Stato, che annoveriamo nel nostro esercito degli Immortali, colpiti in anni diversi, ma tutti in questi afosi giorni a cavallo tra Luglio e Agosto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Riepilogo
Non ci sono prodotti nel carrello!
Continua a navigare sul blog