Portavoce alla Camera dei Deputati

Liberazione della cannabis? Toglierebbe mercato alle mafie

Il procuratore nazionale antimafia, Cafiero De Raho, in Commissione Giustizia alla Camera, e’ tornato sull’ipotesi legalizzazione delle droghe leggere per affermare che mettere sotto il controllo dello Stato una sostanza oggi sotto il totale controllo delle mafie, toglierebbe alla criminalita’ organizzata una grande fetta di mercato. Mi chiedo allora quanto ancora il legislatore italiano intenda immiserirsi nei luoghi comuni, tappandosi occhi e orecchie al cospetto di pareri autorevoli, cosi’ come di decisioni di organi internazionali e sentenze della nostra Cassazione che di fatto aprono alla coltivazione di cannabis per uso personale.Criminalizzare il comportamento di milioni di italiani, allo stato attuale, non ne modifica le abitudini: l’unico risultato ottenuto e’ lasciare deliberatamente in mano alle mafie il mercato della produzione e della distribuzione.

Riepilogo
Non ci sono prodotti nel carrello!
Continua a navigare sul blog