Home

279 articoli

LIBERTÀ STAMPA: PILASTRO DELLA DEMOCRAZIA. TUTELARE IL LAVORO DEI CRONISTI

La posizione dell’Italia in Europa sulla libertà di stampa non è degna del Paese civile che siamo. Essere in fondo alla classifica europea è un fallimento che non possiamo consentire. Una stampa libera crea cittadini liberi e cronisti caparbi capaci di fare al meglio il proprio lavoro perché tutelati e preservati. Da noi sono ancora troppi i giornalisti che vivono sotto scorta, colpevoli soltanto di aver fatto bene il proprio lavoro, così come ancora una parte sostanziosa dell’informazione è deviata da interessi editoriali o politici che mai dovrebbero intervenire con la narrazione dei fatti. La stampa libera è uno dei pilastri delle democrazie, dobbiamo fare in modo di mettere in campo tutti gli strumenti necessari e che ancora oggi mancano per garantirla.

Giornata del Consumo Critico “Contro il pizzo cambia i consumi”.

In questi giorni ricadono i quindici anni dalla prima giornata del Consumo Critico “Contro il pizzo cambia i consumi”. AIl 2 Maggio 2006, infatti, veniva presentato per la prima volta un Manifesto che chiamava a raccolta, oltre agli esercenti aderenti alla rete antiracket, anche i cittadini.Fin da subito le adesioni furono numerose: mille esercenti aderenti ed oltre diecimila sottoscrizioni da parte di cittadini. Nel corso degli anni, a Palermo, si sono aggiunte nuove città: in Sicilia e non solo.Questo Manifesto, tutt’ora sottoscrivibile sul sito di AddioPizzo, ha rappresentato e rappresenta, d’altronde, un notevole salto di qualità nella lotta al racket delle estorsioni: le aziende, i liberi professionisti ed i consumatori che aderiscono alla rete del Consumo Critico, infatti, non solo hanno così modo di beneficiare di una collaudata ed efficace difesa associativa (come molti stessi pentiti di mafia hanno confessato), ma entrano in un circuito premiale fatto dai cittadini che, […]

Walter De Benedetto: assolto

Oggi il tribunale di Arezzo ha assolto Walter De Benedetto perché il fatto non sussiste, ma è evidente che una legge che ha portato sul banco degli imputati un paziente, lasciando liberi i narcotrafficanti è una legge che non funziona!L’assoluzione di Walter De Benedetto dall’accusa di spaccio per aver coltivato la cannabis, che il servizio sanitario non era riuscito a fornirgli, pone il problema della insufficiente produzione italiana di una sostanza così utile, e del principio del diritto alla auto-coltivazione ribadito dalla giurisprudenza ma ancora non accolto nelle norme di legge. Come per ogni battaglia civile occorre partire da questa assoluzione per ribadire la necessità della ammissibilità della auto-coltivazione almeno per fini terapeutici e la fine di una inutile persecuzione cui sono sottoposte le piantine di cannabis inseguite come se fossero denaro sporco quando sono solo una medicina naturale.Adesso serve una nuova legge per tutelare i pazienti e tutti i […]

Istituire Corona pass anche in Sicilia

L’Alto Adige sta sperimentando il Corona pass per le cene al chiuso in ristorante: con test negativo, vaccino o attestato di guarigione si puo’ fare. A Bolzano e’ possibile perche’ il presidente Kompatscher ne sta sfruttando l’autonomia e allora perche’ non farlo anche in Sicilia, anch’essa Regione autonoma? Musumeci potrebbe ben pensarci. La Sicilia vive di turismo, conosciuta in tutto il mondo per le sue attrattive gastronomiche e culturali, nondovrebbe lasciarsi sfuggire l’occasione di diventare un’isola sicura per i propri abitanti e i turisti che decideranno di trascorrere qui le proprie vacanze. Laddove non c’è immunizzazione, i tamponi, meglio ancora se gratuiti, sono un’espediente sicuro per potersi muovere con serenita’ e far ripartire in sicurezza ogni attivita’, d’altronde e’ gia’ questo il principio con cui il governo ha introdotto il green pass.

PRESENTATA INTERROGAZIONE AL MINISTRO BIANCHI SULL’ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO

Ho depositato un’interrogazione per il ministro Bianchi affinche’ si possa chiarire come verra’ gestito lo svolgimento dei PCTO, ovvero l’alternanza scuola-lavoro. Con la sospensione delle lezioni in presenza dall’inizio dell’epidemia ad oggi, che ci affacciamo alle nuove riaperture e al ritorno nelle aule, gli studenti non hanno potuto avvantaggiarsi di questa esperienza formativa che permette loro di conoscere il mondo del lavoro in prima persona. Per questo chiedo al ministro, facendomi portavoce di quelle che sono numerose richieste, se intenda disporre lo slittamento dei PCTO dell’anno scolastico 2020-21 all’anno scolastico anno 2021-22 , fatte salve istanze dei Dirigenti scolastici che affermino la piena possibilita’ senza limitazioni di alcun genere di quelli gia’ programmati.

Aliaksndr Dziadok racconta la prigionia politica di suo figlio Mikalai Dziadok

In  penitenziario, un uomo si avvicinò a Mikalai e chiese: “Tuo padre per caso è un giudice?” Aliaksndr Dziadok racconta la prigionia politica di suo figlio La mattina del 12 novembre, Aliaksandr Dziadok ha aperto il notiziario e ha visto un video ufficiale del Ministero degli affari interni, in cui suo figlio, che era stato evidentemente percosso, posizionato con la bandiera statale bielorussa sullo sfondo, rispondeva alle domande pentendosi di ciò che aveva fatto.  Il noto blogger e attivista anarchico Mikalai Dziadok era  stato arrestato nel suo appartamento la sera prima:  somme di danaro e bottiglie molotov sarebbero stati rinvenuti e sequestrati nella sua abitazione al momento dell’arresto.  Il ragazzo è stato subito riconosciuto prigioniero politico, ed la seconda volta che si trova in questo stato: nel 2011 Mikalai è stato condannato a quattro anni e mezzo per il “caso degli anarchici”.  E quando gli è stato aggiunto un altro […]