Portavoce alla Camera dei Deputati

Calendarizzare e approvare subito ddl Zan, per lottare contro ogni discriminazione

Oggi ricorre l’anniversario dei moti di Stonewall, la prima presa di coscienza e consapevolezza del movimento gay che reagì con una forte protesta alle retate gratuite messe a segno nello storico locale di New York. Oggi, dopo presidenti di regione e parlamentari dichiaratamente gay, la discriminazione si è spostata sulla rivendicazione da parte della destra politica e di un’informazione italiana del diritto all’insulto. Dopo decenni di lotte che hanno prodotto la libertà di modificare persino il proprio stato anagrafico, vi è ancora una parte intollerante che osteggia la legge Zan. Questa proposta di legge ha l’unico torto di stabilire che non si può insultare e discriminare impunemente per la propria sessualità senza incorrere nelle punizioni.
Se ancora adesso assistiamo ad episodi di intolleranza soprattutto nei confronti di giovani omosessuali, vuol dire che di questa legge c’è immediato bisogno per far compiere alla nostra società quel processo di crescita della libertà e del rispetto che qualifica le democrazie rispetto a chi le libertà le nega alla radice.
Calendarizzare e poi approvare la pdl Zan è il modo migliore  per celebrare il gay pride in Italia.

Riepilogo
Non ci sono prodotti nel carrello!
Continua a navigare sul blog