Argentina: legalizzata l’interruzione volontaria di gravidanza

Anche in Argentina è stata legalizzata l’interruzione volontaria di gravidanza entro le prime 14 settimane. Ora l’Argentina, insieme a Cuba, Uruguay e Guyana, è il più grande paese dell’America Latina a permettere l’aborto. In passato, questo era ammesso solo in caso di stupro o se la salute delle donne era in pericolo.Questo grande risultato di civiltà, cioè dare la possibilità alle donne di scegliere di portare avanti o meno la gravidanza, è stato frutto di anni di mobilitazioni da parte di collettivi femministi e della Campaña Nacional por el Derecho al Aborto Legal, Seguro y Gratuito, che nel corso del tempo hanno presentato ben otto proposte di legge respinte fino a questo momento. Nonostante la pandemia le donne tutte e in particolare quelle argentine hanno continuato a lottare affinché il loro diritto di scelta venga riconosciuto dallo Stato. Con l’auspicio che questa vittoria di civiltà sia un esempio per tutti i paesi che non hanno ancora questa legislazione e per tutte le donne che lottano ancora per la loro libertà e la loro sicurezza.

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn

Hai già letto questi articoli ?

Vaccini: preoccupano dati forze ordine

Dall’inizio della pandemia e’ sempre stato considerato obiettivo primario quello di vaccinare, oltre agli operatori sanitari e ai soggetti fragili, anche le forze dell’ordine proprio