Epidemie a gettone

Dopo la Sars, l’aviaria, l’influenza suina, il gioco si ripete. Il prennunciato arrivo del vaccino contro l’escherichia coli non poteva essere preceduto da miglor campagna che una sospetta, ma nei casi precedenti fantomatica, epidemia.

Il 1848 arabo e il principio di responsabilità

La vicenda libica con il suo corollario di polemiche, abiure e condanne,svolgerà unimportante esempio verso l’Africa mediterranea e il vicino oriente contaminato dalla dilagante richiesta di partecipazione, se nondi democrazia, e di miglioramento delle condizioni economiche.

Mafia e politica, suffragio universale e salto di qualità

Mafia e politica, suffragio universale e salto di qualità Mafia e politica è un binomio ricorrente in tutte le ricerche sociologiche, i dibattiti politici, le indagini giornalistiche e i resoconti parlamentari. Ma quando s’inizia a parlare di mafia e politica? Nel 1875 Pasquale Villari nella sua lettera sulla mafia, non accenna a nessun ruolo di questo genere. Federico De Roberto ne I Vicerè, ricostruisce la saga degli Uzeda Francalanza, dei loro successi politici e del transito di un’antichissima famiglia principesca dal vecchio al nuovo ordine, senza nessun cenno al ruolo della mafia in politica se non un fugace riferimento a uomini in armi di cui Consalvo Uzeda, elezioni politiche del 1882, si serve per proteggere le sedi dei suoi comitati elettorali.

Il silenzio imperfetto a Brescia

Brescia, 2 maggio 2011, ore 9,00 Auditorium della Provincia via Balestrieri. Presentazione de Il silenzio imperfetto con i ragazzi del Liceo N. Copernico