Il mio saluto al XVI Congresso dell’Associazione Luca Coscioni

Si svolge a Bari, presso l’Università degli Studi, il XVI congresso dell’Associazione Luca Coscioni per la libertà di ricerca scientifica, di cui faccio parte. Non potendo essere presente, ho voluto comunque inviare un messaggio di saluto ai congressisti.

________________

ROMA, 5 ottobre 2019

Cara Filomena, caro Marco,
Care e cari amici dell’Associazione Luca Coscioni,
i miei saluti affettuosi e gli auguri di buon lavoro per il XVI Congresso dell’Associazione Luca Coscioni, associazione di cui mi onoro di essere parte.
Oggi vi avrei raggiunto volentieri, ma le difficoltà logistiche legate alla recente acquisita disabilità, mi impediscono di muovermi come vorrei; tuttavia vi seguo attraverso la cronaca e l’audio dei vostri interventi e sempre più mi convinco che la democrazia italiana ha bisogno di una sentinella dei diritti, attenta e reattiva, ma anche della vostra (della nostra) nostra capacità di fare rete, costruire alleanze sulle diversità ma anche su quel filo comune che tiene insieme storie diverse per aumentare gli spazi di libertà e partecipazione per una società che a volte guarda se stessa e si scopre ipnotizzata da antichi inganni.
Come ho già annunciato il 19 settembre dal palco del bellissimo concerto dedicato alla libertà di essere liberi fino alla fine, rinnovo la mia promessa di iscrizione all’associazione anche per il 2020 e inviterò colleghi e amici a fare altrettanto, perché se tanti risultati sono oggi realtà, ci aspettano ancora grandi traguardi di libertà da raggiungere.

Buon congresso!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *