Archivi Giornalieri: 13 Marzo 2019

1 articolo

Una legge contro la diffusione di immagini e video intimi

Aprire, ieri sera, la prima pagina della trasmissione Otto e Mezzo sulla notizia della diffusione in rete di foto privatissime della deputata Giulia Sarti e non esprimere nessuna parola di condanna per tali vili atti, ma anzi contribuendo alla diffusione della pruriginosa notizia, dimostra che Lilli Gruber difende le donne – come lei stessa afferma – ma solo a intermittenza e solo se non hanno colori politici che in tutta evidenza le dispiacciano. Giulia Sarti sta già abbondantemente soffrendo una pubblicità che non ha cercato per essere anche aggredita dal silenzio e dalla mancata solidarietà di una conduttrice che non perde occasione per ergersi a paladina in difesa delle donne. Ciò che, del resto, ormai emerge con tutta evidenza è la necessità di un’efficace legge – al Senato ne ha depositata una la collega del M5S Elvira Lucia Evangelista – per contrastare il fenomeno sempre più diffuso del cosiddetto ‘revenge porn’ di cui sono vittime soprattutto le donne, a causa di ex fidanzati o ex mariti inqualificabili.