Portavoce alla Camera dei Deputati

53 articoli

Il diritto alla residenza per tutti

Con un ordine del giorno al decreto che istituiva il reddito di cittadinanza, lo scorso marzo, chiedevo un impegno del Governo a provvedere, con idonee iniziative, anche legislative, ad esplicitare i criteri, le norme giuridiche nonché le modalità operative attraverso cui i soggetti «senza fissa dimora» possono accedere concretamente alla misura del reddito di cittadinanza, e nel caso di difficoltà tecnica di concessione della stessa prestazione assistenziale, individuare le modalità operative attraverso le quali poter regolarizzare la loro posizione al fine di sopperire alla mancanza del requisito della residenza «effettiva» per poter comunque beneficiare della misura. A ottobre è dunque partita l’iniziativa “INPS per tutti” che va proprio in questa direzione.Tramite camper e infopoint dell’INPS in giro per l’Italia e potenziando strumenti già esistenti come l’istituzione obbligatoria in ogni comune di vie fittizie per assegnare una residenza a chi ne fosse sprovvisto, si consente l’accesso ai servizi assistenziali a cui tutti […]

Diritti nel fine vita, seminario alla Camera dei Deputati

Nell’udienza dello scorso 25 settembre, nell’ambito del giudizio di legittimità costituzionale dell’art. 580 del Codice Penale relativo al “caso Cappato”, la Corte Costituzionale si è pronunciata nel senso di ritenere «non punibile, a determinate condizioni, chi agevola l’esecuzione del proposito di suicidio, autonomamente e liberamente formatosi, di un paziente tenuto in vita da trattamenti di sostegno vitale e affetto da una patologia irreversibile, fonte di sofferenze fisiche o psicologiche che egli reputa intollerabili ma pienamente capace di prendere decisioni libere e consapevoli». A seguito di tale sentenza, insieme all’Associazione Luca Coscioni per la ricerca scientifica e al Consiglio Nazionale Forense, abbiamo organizzato un Seminario Giuridico dal titolo “Diritti nel fine vita, tra Corte Costituzionale e Parlamento”. Qui il mio intervento: Qui si può rivedere la registrazione dell’evento:

È tempo di cittadinanza!

Oggi pomeriggio ho partecipato al flash-mob organizzato da Italiani senza cittadinanza, il network che si batte da anni per una riforma della legge sulla cittadinanza. È tempo che l’investimento che l’Italia ha fatto, fornendo istruzione e formazione a migliaia di persone, possa essere reso e messo al servizio dello sviluppo del Paese.Queste ragazze e ragazzi, uomini e donne italiane e italiani per cultura acquisita e amore per il nostro Paese, un amore dichiarato e praticato ogni giorno, devono acquisire i diritti e i doveri della cittadinanza, restituendo al Paese che li ha adottati e istruiti capacità e intelligenza.

Cannabis? Basta col fumo negli occhi di Salvini e Meloni!

La reazione scomposta di Lega e Fratelli d’Italia alla notizia che la Presidente del Senato, tradendo la sua neutralità, non ha ammesso l’emendamento sulla canapa industriale, è il segno di un impazzimento e di una mistificazione che continua su ogni tema.Scambiare la vicenda della canapa industriale con la cannabis indica significa imbrogliare, mistificare e gettare fumo negli occhi dei cittadini, con il solo scopo di raccogliere i frutti di una propaganda terroristica su ogni tema, che è l’unica vera ideologia politica che accomuna queste due forze politiche. A chi strumentalmente evoca le comunità di recupero, dico soltanto di leggere o parlare con qualche malato che, grazie ad una buona legge di qualche anno fa apprezzata da medici e pazienti, grazie alla cannabis terapeutica riesce ad alleviare i dolori della propria malattia.Ai senatori che ieri applaudivano la scelta di Casellati dico, insieme ai miei colleghi del M5S, che il loro applauso […]

Il team Ambiente ed Energia del MoVimento 5 Stelle sarà guidato da Giampiero Trizzino. Sono felice e onorato di far parte di questa squadra, al servizio del Movimento e del Paese, per un futuro verde e davvero sostenibile. Metterò a disposizione del Movimento e dei cittadini l’esperienza maturata nelle mie storiche battaglie per il verde urbano e la difesa e promozione dei parchi di Palermo, a partire dalle iniziative che sto promuovendo in Parlamento, come la legge per l’adozione e la carta d’identità degli alberi. Guarda la presentazione del Team del Futuro!

Cop25 – I negazionisti dell’emergenza climatica, responsabili di un nuovo genocidio

Il fallimento della COP 25 dimostra che la strada per far divenire l’emergenza climatica un’emergenza planetaria è ancora lunga: solo 74 paesi hanno ratificato l’intesa, ma i maggiori responsabili delle immissioni di gas serra, India, Stati Uniti, Russia e Cina, che rappresentano il 55% della produzione di CO2 si sono ancora una volta defilati.Assenze intollerabili che dovrebbero avere come reazione l’elaborazione di un protocollo per l’emergenza che preveda forme di boicottaggio dei paesi negazionisti.Stanno giocando con il futuro dell’umanità, ma sembrano non accorgersene e forse è arrivato il tempo di equiparare il negazionismo in tema di cambiamenti climatici a un attentato al futuro della terra e quindi prevedere che questi paesi possano essere accusati di procurato genocidio.