Video

24 articoli

Un nuovo giardino a Palermo

Alla memoria di Epifanio Li Puma, nell’anniversario della morte per mano mafiosa PALERMO, 3 MARZO – Presso un’area verde degradata di via Epifanio Li Puma al quartiere Sperone, nascerà un giardino dedicato al sindacalista-contadino ucciso dalla mafia nel marzo 1948. Grazie alla donazione dei deputati del M5S Leonardo Aldo Penna e Adriano Varrica e con il contributo del consigliere di circoscrizione Pasquale Tusa, sono stati donati complessivamente venti esemplari di lecci, antiche querce mediterranee, un tempo diffuse in tutta la Sicilia. Alla piantumazione ha partecipato, insieme al Sindaco di Palermo, una delegazione dell’Istituto Di Vittorio guidata dalla preside, Prof.ssa Angela Mirabile e il parroco del quartiere, Don Ugo Di Marzo. «Era mia intenzione da molto tempo – ha dichiarato l’on. Leonardo Aldo Penna – destinare parte dello stipendio da parlamentare alla donazione di alberi per nuove aree verdi in città, con un occhio speciale alle periferie più degradate e abbandonate. […]

Il verde a Palermo, un bilancio per il rilancio

INCONTRO TRA ESPERTI E CITTADINI PER IL RILANCIO DEL VERDE URBANO Si è svolto lunedì 2 marzo, alla Real Fonderia alla Cala di Palermo, l’incontro “Il verde a Palermo: nuovi parchi, giardini storici e aree verdi di quartiere”, promosso dalla consigliera comunale del Movimento 5 stelle, Concetta Amella e dal deputato nazionale, Leonardo Aldo Penna. All’incontro hanno partecipato numerosi esperti del settore e una folta rappresentanza di comitati civici in prima linea nella difesa del verde urbano. Al centro del dibattito lo stato di due grandi aree verdi cittadine, il Parco Libero Grassi e il Parco Ninni Cassarà, il primo mai aperto alla fruizione dei cittadini, il secondo ancora sotto sequestro e in attesa di una bonifica di cui si ignorano tempistiche e modalità. Nel mezzo, la furia “arboricida” degli ultimi tempi, con gli abbattimenti di esemplari anche storici causati da cattiva manutenzione e scarse cure, dall’emblematico alianto dello Spasimo […]

La disabilità non è un limite.

Partendo dal bel titolo del libro di Anna Adamo, oggi è stato un piacere presentare, come coordinatore dell’Intergruppo parlamentare sulle Disabilità, il progetto di legge di Giusy Versace (A.C. 1721) per consentire il reclutamento degli atleti paraolimpici nei gruppi sportivi militari e dei corpi dello Stato. VIDEO Qui il video integrale della Conferenza stampa: http://webtv.camera.it/evento/15929#

Conoscere la canapa

Un incontro-dibattito per saperne di più e confrontarci sulla canapa, una pianta da alcuni giudicata diabolica e invece risposta medica e curativa, oltre che intelligente, al criminale controllo del mercato da parte della mafia. La canapa non merita di essere demonizzata e su questa pianta multiforme, dagli svariati utilizzi nel contesto contemporaneo, si è svolto giovedi un importante momento di confronto, promosso dal Movimento 5 Stelle e ospitato nella “Real Fonderia” alla Cala di Palermo. Ad intervenire, il deputato nazionale Aldo Penna, i deputati regionali Stefania Campo e Luigi Sunseri, Gaetano D’Amico e Alberto Mangano del comitato “Esistono i Diritti” e il dottor Vincenzo Francomano. Il nostro augurio è che nei prossimi mesi la cannabis smetta di essere demonizzata e cominci a essere una pianta multiforme da cui estrarre medicine utili a tante patologie. Inoltre, che possa contribuire ad accelerare il percorso verso la green society e che possa essere […]

Cannabis? Basta col fumo negli occhi di Salvini e Meloni!

La reazione scomposta di Lega e Fratelli d’Italia alla notizia che la Presidente del Senato, tradendo la sua neutralità, non ha ammesso l’emendamento sulla canapa industriale, è il segno di un impazzimento e di una mistificazione che continua su ogni tema.Scambiare la vicenda della canapa industriale con la cannabis indica significa imbrogliare, mistificare e gettare fumo negli occhi dei cittadini, con il solo scopo di raccogliere i frutti di una propaganda terroristica su ogni tema, che è l’unica vera ideologia politica che accomuna queste due forze politiche. A chi strumentalmente evoca le comunità di recupero, dico soltanto di leggere o parlare con qualche malato che, grazie ad una buona legge di qualche anno fa apprezzata da medici e pazienti, grazie alla cannabis terapeutica riesce ad alleviare i dolori della propria malattia.Ai senatori che ieri applaudivano la scelta di Casellati dico, insieme ai miei colleghi del M5S, che il loro applauso […]