2 settembre 1982: veniva ucciso il generale Carlo Alberto Dalla Chiesa

Il 29 agosto abbiamo ricordato Libero Grassi ucciso nel 1991, e facendo un salto ancora più indietro al 3 settembre del 1982 non possiamo non ricordare un altro assassinio, triplice questa volta, quello del generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, di sua moglie Emanuela Setti Carraro e dell’agente di scorta Domenico Russo. Se da una parte lo Stato ha inviato un uomo per combattere la mafia, il generale Dalla Chiesa, da un’altra parte dallo stesso Stato fu lasciato inerme, senza poteri. Vittima designata di un sistema mafioso che in quegli anni prendeva consenso, potere e denaro, fornendo in cambio protezione e impunità. Dopo tanti anni quel sistema è in ritirata, ma non sconfitto. Muta veste e forma ma è ancora pronto a inquinare e deturpare la vita democratica di questo paese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *