100 parlamentari per la cannabis legale

Ho sottoscritto insieme a oltre 100 parlamentari aderenti all’Intergruppo parlamentare per la legalizzazione della cannabis una lettera al Presidente Conte perché all’interno degli Stati generali si prenda in esame l’annoso problema dell’insufficiente produzione di cannabis per fini terapeutici e della filiera della canapa industriale, pronta a giocare un grande ruolo nella transizione ecologica della economia italiana e infine sulla necessità di rivedere la legislazione sulla cannabis, per restituire al circuito della legalità e dell’economia una pratica che nel mondo sempre più ha intrapreso un percorso di legalizzazione. Leggi il testo integrale

#Disabilità – L’impegno comune di Governo e Parlamento

Oggi, 3 dicembre, Giornata internazionale delle persone con disabilità, una delegazione dell’Intergruppo Parlamentare sulle Disabilità è stata a Palazzo Chigi dove abbiamo partecipato ad un incontro con il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, e i presidenti delle federazioni associative FAND e FISH. Ringraziamo il Presidente Conte per il percorso di dialogo e collaborazione avviato con il nostro Intergruppo, nato un anno fa e di cui fanno parte settanta tra deputati e senatori di tutti i gruppi parlamentari, e con le realtà associative, delle professioni e imprenditoriali legate al mondo della disabilità: con la nuova unità operativa, siamo certi di poter rispondere al meglio, già in occasione dell’imminente Legge di Bilancio, alle istanze e ai bisogni di una sempre più rilevante parte della popolazione e delle loro famiglie. Questa giornata, del resto, non è soltanto una celebrazione dei diritti delle persone con disabilità, ma deve essere, per noi rappresentanti dei cittadini […]

25 novembre: giornata internazionale contro la violenza sulle donne

Nella Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, è importante rimarcare un impegno, dentro e fuori le istituzioni, per sconfiggere le violenze che migliaia di donne sono costrette a subire ogni giorno. Ricevere uno schiaffo o una spinta, essere attaccata o minacciata verbalmente, venire controllata costantemente e in modo soffocante dal partner, essere costretta ad avere un rapporto sessuale contro la propria volontà. Sono solo alcuni esempi di cosa sia la violenza sulle donne, una vera e propria violazione dei diritti umani. Per questo non si può fermare il nostro impegno politico e umano per cercare di costruire una società più equa e giusta, fondata sulla parità di diritti, ma soprattutto che sappia sempre da quale lato schierarsi, perché quando una donna subisce violenza è una vittima che va tutelata senza se e senza ma. Un paese non può dirsi civile, finché permetteremo a chiunque, ma anche a giudici o […]

60 milioni, un albero per ogni cittadino. Proposta di legge per la forestazione urbana

L’emergenza sanitaria che stiamo affrontando ci ha reso ancora più consapevoli del legame tra uomo e natura. Le interconnessioni che ci sono tra noi e l’ambiente sono infinite, i cambiamenti climatici, le pandemie, le catastrofi naturali ci conducono verso un’unica strada: ritrovare l’armonia con il nostro pianeta, e farlo anche e soprattutto laddove l’urbanizzazione ha sacrificato il verde pubblico. Per questo ho presentato una proposta di legge, a mia prima firma, che per avviare un grande piano di riforestazione che coinvolga tutto il territorio nazionale. Si tratta di un piano che parte dal coinvolgimento dei piccoli e medi comuni e che condurrà alla piantumazione di un albero per ogni cittadino italiano. Se la proposta di legge troverà consenso nelle sedi parlamentari, andremo verso un vigoroso aumento della popolazione arborea che condurrà a un robusto contenimento della presenza della CO2 nell’aria e contribuirà al ruolo del nostro Paese nel progetto di […]

Il naso lungo di Lukashenko

False promesse??? Oggi in Bielorussia il presidente Lukashenko ha promesso che durante l’Assemblea popolare panbielorussa, prevista per l’inizio del 2021, ridistribuirà i poteri dello Stato in maniera equa e giusta. Una promessa che è difficile da credere, soprattutto perché è stato un presidente delle false promesse e della violenza.  In questo periodo alle sue parole gli unici fatti che si sono accompagnati sono state le brutali repressioni e violazioni di ogni diritto civile. Per tale ragione ogni sua dichiarazione se non è accompagnata da fatti concreti volti al riconoscimento dei diritti del proprio popolo non contano nulla. Per questo l’Europa deve continuare a vigilare affinché al popolo bielorusso non vengano più violate le libertà fondamentali da un dittatore crudele come Lukashenko e che ci siano delle nuove elezioni per ridare democrazia e dignità.

Strategia UE per promuovere l’uguaglianza

Oggi in Europa, per la prima volta nella storia, è stata presentata la strategia 2020-2025 per l’uguaglianza delle LGBT. Un significativo passo in avanti nella civiltà del rispetto e del riconoscimento nell’unicità di ognuno di noi. L’obiettivo principale è creare un’Europa dove l’odio e le discriminazioni non siano più accettate, tollerate e giustificate, ma creare una società in cui ognuno può vivere la propria sessualità come meglio crede e senza paura di essere etichettato. La recente approvazione della legge sulla omotransfobia si inserisce in questo solco e l’Italia si conferma avamposto in tema di diritti della libertà, come fu per lunghi anni quando approvò tra le prime la legge che consentiva il cambio di sesso.

Per i nuovi e i vecchi attivisti…

Dopo gli Stati generali del 14 e 15 novembre occorre rilanciare l’azione del M5S con l’entusiasmo dei vecchi attivisti e la passione civica dei nuovi sostenitori. Per far questo occorre dotare questi soldati della militanza civica di strumenti di conoscenza che aumentino la loro capacità di essere punto di riferimento sia nelle battaglie per la conquista di nuovi diritti e sia per la rivoluzione civica e verde della società. Una serie di seminari tematici online li e ci metteranno in condizioni di essere pronti alle nuove sfide.