100 parlamentari per la cannabis legale

Ho sottoscritto insieme a oltre 100 parlamentari aderenti all’Intergruppo parlamentare per la legalizzazione della cannabis una lettera al Presidente Conte perché all’interno degli Stati generali si prenda in esame l’annoso problema dell’insufficiente produzione di cannabis per fini terapeutici e della filiera della canapa industriale, pronta a giocare un grande ruolo nella transizione ecologica della economia italiana e infine sulla necessità di rivedere la legislazione sulla cannabis, per restituire al circuito della legalità e dell’economia una pratica che nel mondo sempre più ha intrapreso un percorso di legalizzazione. Leggi il testo integrale

#Disabilità – L’impegno comune di Governo e Parlamento

Oggi, 3 dicembre, Giornata internazionale delle persone con disabilità, una delegazione dell’Intergruppo Parlamentare sulle Disabilità è stata a Palazzo Chigi dove abbiamo partecipato ad un incontro con il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, e i presidenti delle federazioni associative FAND e FISH. Ringraziamo il Presidente Conte per il percorso di dialogo e collaborazione avviato con il nostro Intergruppo, nato un anno fa e di cui fanno parte settanta tra deputati e senatori di tutti i gruppi parlamentari, e con le realtà associative, delle professioni e imprenditoriali legate al mondo della disabilità: con la nuova unità operativa, siamo certi di poter rispondere al meglio, già in occasione dell’imminente Legge di Bilancio, alle istanze e ai bisogni di una sempre più rilevante parte della popolazione e delle loro famiglie. Questa giornata, del resto, non è soltanto una celebrazione dei diritti delle persone con disabilità, ma deve essere, per noi rappresentanti dei cittadini […]

CONTE ACCOGLIE L’INVITO A ELABORARE UN PROGETTO RIFONDATIVO DEL M5S

La decisione di Conte di accogliere l’invito di Grillo e della quasi totalità degli iscritti del M5S di prendere in mano le redini del MoVimento si può configurare come una elezione per acclamazione. Naturalmente ci saranno tutti i passaggi formali necessari, ma oggi nell’agorà delle intenzioni e delle aspirazioni dei quasi duecentomila iscritti alla piattaforma Rousseau come della quasi totalità dei parlamentari cinqustelle, Giuseppe Conte è virtualmente il nostro nuovo leader. A lui e a tutti noi il compito di delineare la nuova rotta del bastimento pentastellato che da ora in poi deve tornare a crescere e aprirsi alle istanze della società, legando il grande seguito e l’enorme stima che Conte si è conquistato tra i cittadini a una apertura convinta e decisa per una partecipazione sempre più ampia della nuova cittadinanza attiva.

La bonifica del parco Libero Grassi ancora non decolla

Il previsto appalto per la bonifica del Parco Libero Grassi ancora non decolla. Infatti la gara non può essere definita in quanto l’Ufficio regionale che si occupa delle gare d’appalto, il cosiddetto UREGA, è al momento in carenza di personale. Chissà cosa penserebbe Libero Grassi, se potesse vederci dal paradiso degli eroi dove si trova, che coloro che lo onorano ogni 29 agosto poi lo disonorano non riuscendo a riqualificare il parco al mare che porta il suo nome. L’Assessore al Territorio, ma anche e soprattutto lo stesso Presidente della Regione, rendano onore a Libero affidando velocemente l’appalto e facendo concludere i lavori nei tempi previsti. È chiedere troppo? A me sembra il minimo che si possa fare.

La svolta sull’omicidio Khashoggi deve portare profonda riflessione

La svolta sull’omicidio Khashoggi ci deve portare ad una profonda riflessione. Parlare di rinascimento arabo riferendosi all’Arabia Saudita, il cui prossimo re, secondo i servizi segreti americani, avrebbe ordinato l’omicidio del giornalista e scrittore, dimostra come il denaro possa accecare a tal punto da spacciare un Paese oscurantista che non riconosce i diritti delle donne e uccide gli oppositori, come libero solo perché ti paga una consulenza. Ecco, questo basta a dimostrare quanto sia necessaria anche in Senato la definizione di una carta etica che impedisca ai senatori in carica di diventare lobbisti al soldo di Paesi stranieri, qualunque essi siano. Non può esserci un’etica a velocità variabile tra chi rappresenta i cittadini italiani in Parlamento.

Vaccini: mettere in condizione i medici di base di eseguirli

Se l’Italia riuscisse ad assicurarsi le scorte di vaccini, in due mesi circa si potrebbe vaccinare l’intera popolazione . Sul territorio esistono infatti 54000 medici di base, se ad ognuno fosse data la possibilita’ di effettuare 20 vaccinazioni al giorno, oltre al personale gia’ presente, in due mesi riusciremmo a vaccinare davvero tutti coloro che devono o vogliono farlo.

Giornata nazionale contro il bullismo e il cyberbullismo

Oggi è la giornata nazionale contro il bullismo e il cyberbullismo, ma tutti i giorni dobbiamo lottare per porre fine alla violenza, ricordandoci che a volte questa si esercita anche con un click. Questo vuol dire essere in prima linea, combattendo l’indifferenza e sostenendo chi ne ha bisogno. Per tale ragione è importantissimo che all’interno delle istituzioni non si arresti l’impegno e il confronto per contrastare le discriminazioni e le emarginazioni che il bullismo e il cyberbullismo causano. Il bullismo a volte è subìto in silenzio e ci si accorge del profondo male che arreca quando questo ha prodotto danni irreversibili o ha condotto a gesti estremi.Chiunque sia oggetto di bullismo a tutte le età e in tutte le forme deve immediatamente denunciare e mettersi sotto la protezione delle forze di polizia affinché il bullo sia messo in condizione di non nuocere.

MAFIA: PRIORITÀ CATTURARE MESSINA DENARO, DOPO OPERAZIONE ROS CON L’ARRESTO DEGLI ESPONENTI DELLA “STIDDA”

L’avvocata arrestata che aveva trasformato il suo studio in un covo di boss per summit mafiosi, non solo ha tradito la sua professione ma mostra la capacita’ di attrazione della criminalita’ organizzata di trascinare al lato oscuro quei professionisti che dovrebbero servire la legge e invece si pongono al servizio della signoria mafiosa. Insieme a lei, sono stati tratti in arresto altre personalita’ di spicco, rifondatori della Stidda, che ci mostra chiaramente come Cosa Nostra sia viva e lavora per fortificarsi.I saldi legami con l’imprendibile Messina Denaro mostrano che la sua influenza si sta estendendo a tutta la Sicilia occidentale e sta eguagliando il defunto Toto’ Riina. Appena questa crisi di governo sara’ risolta, ho fiducia che il Ministro degli Interni dia priorita’ alla sua cattura prima che l’intera organizzazione mafiosa si raduni sotto il suo comando. Lo Stato possiede le risorse perraggiungere tale scopo e tutti gli arresti di […]