L’esordio di Musumeci come presidente –assessore del settore rifiuti in Sicilia non poteva essere più deludente. Pur utilizzando un linguaggio più dialogante del dimissionario Figuccia, il Presidente ripresenta e conferma tutto. 1) Le navi. Per almeno otto mesi i rifiuti siciliani saranno esportati. 2) Possibilità di realizzazione dei termovalorizzatori. 3) […]

Emergenza rifiuti in Sicilia, gli errori di Musumeci




Lo scambio di lettere tra Miccichè e padre Scordato ha il merito di porre all’attenzione non solo i giochi di Palazzo, come di solito accade il giorno dopo gli insediamenti di governo e presidenza dell’Ars, ma i problemi veri della Sicilia che spesso gli occupanti pro tempore dell’Ars dimenticano e […]

La Sicilia dei sazi e quella dei digiuni mentre Musumeci ...


Che alle elezioni regionali il Pd pensi di perdere e non di vincere, si deduce dalla ripetizione di uno schema già sperimentato con successo nelle elezioni regionali del 2008. Anche allora una riottosa Anna Finocchiaro diede la sua disponibilità alla candidatura a Presidente sotto la pressione di Veltroni, ma il […]

Tra farse e repliche la storia continua a ripetersi



I due milioni di voti popolari che la Clinton ha avuto in più rispetto a Trump echeggiano i 500 mila di Al Gore nel 2000. Entrambi i candidati democratici avrebbero vinto le elezioni in una competizione diretta senza il meccanismo del collegio dei grandi elettori. Ma le scelte in democrazia […]

La guerra elettronica che sta cambiando il mondo


Ancora una volta la Sicilia registra un primato negativo, ancora una volta occupiamo i vertici della trascuratezza, dell’abbandono, del tirare a campare. E’ trascorso appena un mese dal devastante incendio da”primato” che ha incenerito boschi e campagne siciliane che un’altra emergenza occupa i notiziari dei disastri: la Sicilia è sommersa […]

Rifiuti in Sicilia: il fallimento di una classe dirigente


In Turchia dopo il golpe del 12 settembre 1980 che consegnò un paese, percorso da decine di omicidi politici e un durissimo confronto tra formazioni di destra e di sinistra, a tre anni di dittatura militare, la repressione del dissenso raggiunse livelli altissimi.

Erdogan vuole cancellare Kemal Ataturk dalla memoria della Turchia